Le cartelle esattoriali daranno il colpo di grazia alle imprese italiane?

Il governo non sembra più intenzionato ad aiutare per le imprese in difficoltà e si prepara a inviare 50 milioni di atti tra avvisi e cartelle esattoriali.
Le cartelle esattoriali daranno il colpo di grazia alle imprese italiane?
Il governo non sembra più intenzionato ad aiutare per le imprese in difficoltà e si prepara a inviare 50 milioni di atti tra avvisi e cartelle esattoriali.

Il governo non sembra più intenzionato ad aiutare le imprese italiane in difficoltà e si prepara a inviare 50 milioni di atti tra avvisi e cartelle esattoriali.

Il governo non sembra più intenzionato ad aiutare le imprese italiane in difficoltà tanto che si prepara a inviare 50 milioni di atti.
A tanto ammonta il numero di avvisi e cartelle esattoriali che il governo potrebbe recapitare a breve alle imprese italiane già duramente colpite dall'emergenza Covid-19.
Per molte, con l'acqua alla gola, questo potrebbe essere il colpo di grazia.

Nel nuovo Decreto Milleproroghe non è stata inserita una nuova proroga alla sospensione delle cartelle esattoriali che è quindi terminata lo scorso 31 dicembre 2020.
La fine delle festività natalizie potrebbe quindi coincidere con l'inizio dell'invio, da parte del Fisco, di milioni di cartelle per posizioni maturate nel 2020 e in anni precedenti.

Questa non è più ormai una possibilità, ma quasi una certezza, se si vuole da retta a un recente post del Vice Ministro all'Economia Laura Castelli:

Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.