PIL UE: in calo dello -0,6% nel quarto trimestre

PIL in calo nel quarto trimestre, -0,6% nella zona euro e del 0,4% nella Ue a 27. Le prime stime Eurostat sulla crescita annuale per il 2020 prevedono un -6,8%.
PIL UE
PIL in calo nel quarto trimestre, -0,6% nella zona euro e del 0,4% nella Ue a 27. Le prime stime Eurostat sulla crescita annuale per il 2020 prevedono un -6,8%.


PIL in calo nel quarto trimestre, -0,6% nella zona euro e del 0,4% nella Ue a 27. Le prime stime Eurostat sulla crescita annuale per il 2020 prevedono un -6,8%.


PIL: la situazione

Questi cali seguono il forte rimbalzo nel terzo trimestre del 2020 (+12,4% nella zona euro e +11,5% nell'Ue) e le diminuzioni più nette dall'inizio della serie temporale nel 1995 osservate nel secondo trimestre del 2020 (-11,7% nell'area dell'euro e -11,4% nell'Ue).

Secondo una prima stima dell'andamento annuale annuale per il 2020, basata su dati trimestrali destagionalizzati e di calendario, il pil è diminuito del 6,8% nell'area dell'euro e del 6,4% nell'Ue.

PIL: le previsioni

La Germania sembra trainare il rialzo dell'economia europea, anche se le nuove mutazioni del corona virus potrebbero frenare la situazione. L'Italia arranca, e non poco, anche se ci sono buone prospettive per il futuro grazie al Recovery Plan.
L'Unione Europea potrebbe ritornare a una situazione pre-Covid per l'inverno del 2021, o la primavera del 2022. Per l'Italia le previsioni non sono per nulla rosee. Se non si avrà un cambiamento radicale potremmo dover aspettare il 2023.


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.