Reddito di Cittadinanza agli immigrati nel 2021?

Reddito di Cittadinanza anche alle famiglie degli immigrati, oltre a quelle degli italiani in difficoltà, tra i possibili nuovi beneficiari del RdC.
Reddito di Cittadinanza immigrati
Reddito di Cittadinanza anche alle famiglie degli immigrati, oltre a quelle degli italiani in difficoltà, tra i possibili nuovi beneficiari del RdC.


Tra le possibili riforme del Reddito di Cittadinanza potrebbe esserci l'inclusione degli immigrati come beneficiari degli importi del RdC.



Un'altra ipotesi, che si fa strada nell'esecutivo, è quella di aumentare gli importi delle mensilità del RdC a chi spetta il reddito minimo garantito.

Reddito di Cittadinanza 2021: cosa cambierà?

Il Governo Draghi ha confermato di voler riformare il Reddito di Cittadinanza per poter meglio aiutare le tante famiglie in difficoltà, non solo con nuovi stanziamenti, ma anche con dei radicali cambiamenti al RdC.

Una prima innovazione riguarda l'abolizione della sospensione del Reddito di Cittadinanza ai beneficiari che hanno trovato un lavoro a tempo determinato. Chi accetta un'occupazione temporanea non perderà più il diritto di ricevere le mensilità del RdC in automatico una volta terminato l'impiego.

Questo, come già detto, non è l'unico provvedimento a cui l'esecutivo è al lavoro.

Reddito di Cittadinanza: requisiti per gli immigrati

Una delle modifiche potrebbe riguardare i requisiti del RdC per gli immigrati.

Al momento, per poter accedere al sussidio di cittadinanza, è necessario poter dimostrare di essere residenti in Italia da 10 anni o più. Secondo Pasquale Tridico, il Presidente dell'INPS questo è un errore che impedisce a molti immigrati la possibilità di poter accedere a questa misura di sostegno.

Secondo Tridico per l'Italia è necessario abolire questo requisito per adeguarsi alle politiche di welfare di molti altri stati europei.

Reddito di Cittadinanza: importi più alti

Oltre ad aumentare il numero dei beneficiari del RdC si potrebbero avere anche mensilità con importi più alti nel 2021.

La crisi economica causata dal coronavirus continua a tormentare le famiglie italiane in difficoltà, soprattutto quelle numerose, che vedono ormai il RdC come unica possibilità per sopravvivere.

Il Presidente dell'INPS starebbe insistendo per aumentare gli importi delle mensilità che spettano alle famiglie numerose, e a quelle che abitano in affitto, visto i nuovi stanziamenti promessi dall'esecutivo con il Decreto Legge Ristori.

Reazioni al nuovo RdC del Governo Draghi

Il Presidente dell'INPS si è espresso in modo chiaro su quella che potrebbe essere la nuova strada per il Reddito di Cittadinanza nei prossimi mesi:

"Il reddito di cittadinanza è un argine importante contro la povertà assoluta che è aumentata con il Covid, raggiunge 3 milioni di persone e l'importo medio è di 550 euro. Ora sono necessarie risorse aggiuntive soprattutto per le famiglie numerose e gli immigrati. Il reddito prevede un requisito di residenza in Italia di dieci anni, mi sembra eccessivo e non esiste in nessun Paese europeo. Quanto alle famiglie numerose, occorre aumentare il sussidio in base ai componenti del nucleo, oggi al massimo si arriva a 1.330 euro. O si cambia la scala di equivalenza, oppure si potrebbe agire sul contributo da 280 euro legato all'affitto. L'idea sarebbe di modularlo in base al numero dei familiari per raggiungere maggiore equità".

Le risposte delle forze politiche non si sono fatte attendere, in modo particolare quelle del centro destra, come nel caso del senatore Maurizio Gasparri di Forza Italia:

"Ci sono degli irresponsabili che vogliono mettere a repentaglio la vita del governo. Tra questi troviamo permanentemente attivo e presente Tridico, che spero il governo rimuova al più presto dal vertice dell'INPS. Dopo i numerosi flop della sua gestione, che abbiamo denunciato con puntualità e che ancora producono effetti nefasti, adesso l'ineffabile lottizzato grillino Tridico propone di dare il RdC agli immigrati. Un vero e proprio spot per l'arrivo di clandestini"

Della stessa idea Giorgia Meloni presidente di Fratelli d'Italia:

"Siamo al delirio più totale: il presidente dell’Inps Tridico, tanto voluto dai 5Stelle, richiede risorse in più per finanziare il reddito di cittadinanza a tutti gli immigrati, ritenendo il requisito di almeno 10 anni di cittadinanza un'esagerazione. Il tutto mentre le attività chiudono e i cittadini sono totalmente insoddisfatti delle briciole stanziate dal Dl Sostegni. Dopo la beffa del prolungamento del contratto ai navigator, questa sarebbe l’ennesima assurdità di una misura già di per sé totalmente insufficiente a salvare le nostre imprese in ginocchio"


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.