Scadenze fiscali febbraio 2020

Promemoria delle scadenze fiscali per il mese di febbraio 2020. Le date presenti nello scadenzario dell’Agenzia delle Entrate. Versamenti, dichiarazione Iva, spese 730 precompilato, Intrastat.

Lorem ipsum

I giorni con il maggior numero di scadenze fiscali a febbraio presenti nello scadenzario 2020 sono:

  • 17 febbraio;
  • 25 febbraio;
  • 28 febbraio.

Vediamo più in dettaglio quali sono le scadenze fiscali del mese di febbraio 2020.

Scadenze fiscali febbraio 2020

Per le aziende o molti dei liberi professionisti presenti sul territorio italiano, il mese di febbraio rappresenta un mese dove sono presenti molte scadenze fiscali 2020. Per non farsi trovare impreparati da questi adempimenti fiscali, qui di seguito abbiamo realizzato un utile vademecum.

Tra le scadenze di febbraio presenti all’interno del calendario fiscale 2020, la voce più importante è sicuramente quella che riguarda l’invio della dichiarazione IVA 2020 in forma autonoma. La dichiarazione IVA, infatti, può essere inviata in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate dal contribuente. Per eseguire questo invio, è opportuno conoscere le proprie credenziali di accesso o usufruire del servizio di un intermediario autorizzato. Si ricorda, che l’invio può essere eseguito dal 1° febbraio 2020 al 30 aprile 2020.

Scadenze fiscali 10 febbraio 2020

Le scadenze da inserire nella propria agenda per lunedì 10 febbraio 2020 sono:

  • Versamento della rata dell’imposta di bollo virtuale riguardante gli assegni circolari rilasciati in forma libera in circolazione entro il termine del quarto trimestre 2019. Il versamento si esegue mediante il modello F23.
  • Richiesta per il conferimento del credito d’imposta riguardante le retribuzioni corrisposte agli avvocati nei procedimenti di negoziazione assistite Il bonus avvocati è parametrato al compenso versato all’avvocato per un importo massimo di 250 Euro.

Scadenze fiscali 17 febbraio 2020

Le scadenze da inserire nella propria agenda per lunedì 17 febbraio 2020 sono:

  • Versamento IVA in attinenza al mese di gennaio 2020 per i contribuenti che hanno scelto la liquidazione mensile.
  • Versamento dei contributi INPS derivati dalle retribuzioni dei lavoratori dipendenti corrisposte nel mese di gennaio 2020.
  • Scadenza annuale per la comunicazione annuale all’Archivio dei rapporti finanziari per gli operatori finanziari.
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate per i canoni TV addebitabili e accreditabili nelle fatture emesse a gennaio 2020 dalle imprese elettriche.
  • Rapporto di fine mese per le operazioni dove è stato emesso scontrino fiscale o ricevuta fiscale nel mese di gennaio 2020.
  • Annotazione dei corrispettivi per ASD, Pro-loco e altre associazioni per l’esercizio delle attività commerciali nel mese di gennaio 2020.

Scadenze fiscali 20 febbraio 2020

Le scadenze da inserire nella propria agenda per giovedì 20 febbraio 2020 sono:

  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate in riferimento al canone TV addebitato, accreditato, riscosso nel mese di gennaio 2020.
  • Versamento dei contributi previdenziali relativi al 4° trimestre dell’anno precedente.

Scadenze fiscali 25 febbraio 2020

Le scadenze da inserire nella propria agenda per martedì 25 febbraio 2020 sono:

  • Comunicazione degli elenchi riepilogativi Intrastat per il mese di gennaio 2020.

I soggetti obbligati, devono provvedere ad inviare gli elenchi riepilogativi Intrastat (Intra-1) per le cessione intracomunitarie di beni e prestazioni di servizi diverse da quelle di cui agli art. 7-quarter e 7-quinquies del D.R.P. 633/72.
È opportuno ricordare che l’invio Intrastat acquisti, Intra-2 è stato abolito.

Scadenze fiscali 28 febbraio 2020

Le scadenze da inserire nella propria agenda per venerdì 28 febbraio 2020 sono:

  • Domande per la riduzione INPS relativi ai lavoratori in regime forfettario.
  • Comunicazione/i all’Anagrafe Tributaria dei dati relativi a:
    • interessi passi per contratti di mutuo;
    • contributi previdenziali e assistenziali;
    • contratti assicurativi e dei premi assicurativi;
    • previdenza complementare;
    • spese sanitarie rimborsate;
    • spese funebri sostenute;
    • spese universitarie.
  • Trasmissione dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio o della riqualificazione energetica su edifici residenziali da parte degli amministratori di condominio.