Spese aziendali, 5 semplici consigli per ridurle

Dagli stipendi dei dipendenti alle spese per l’ufficio, sono molte le spese aziendali che si possono ottimizzare per avere una riduzione sulle spese di fine mese. Vediamo 5 semplici consigli che ogni azienda/professionista può seguire.
Spese aziendali, 5 semplici consigli per ridurle
Dagli stipendi dei dipendenti alle spese per l’ufficio, sono molte le spese aziendali che si possono ottimizzare per avere una riduzione sulle spese di fine mese. Vediamo 5 semplici consigli che ogni azienda/professionista può seguire.


Ogni azienda o partita Iva ha una serie di spese fisse e variabili ogni mese. Anche se non è possibile eliminare tutti questi costi, è possibile apportare una serie di modifiche per ridurle e quindi ottenere un beneficio nel lungo periodo.

Per chi è alla ricerca di una serie di consigli, qui sono presenti 5 consigli su come ridurre queste spese aziendali.

1. Analizzare con attenzione le proprie assicurazioni

Quando si cerca di tagliare delle spese, è importante valutare dove vanno a finire questi soldi. Le assicurazioni sono sicuramente delle spese fisse che possono incidere molto e, se sono rinegoziate, possono portare ad un cospicuo risparmio.

Le coperture assicurative e le tariffe tendono a cambiare di anno in anno. A seconda delle tendenze del settore e delle performance del mercato. È una buona prassi per le piccolo imprese, rivalutare i propri programmi assicurativi su base annuale o almeno ogni due anni. In questo modo, si potrà avere una protezione più completa al giusto valore di mercato.

Chi ha la proprietà di una impresa, deve appuntarsi la data di rinnovo di ogni assicurazione e valutare con attenzione se è il caso di rinnovare la polizza o di chiederne una nuova ad un miglior prezzo. Per ottenere una contrattazione migliore sulle singole polizze, può essere una buona idea portarle presso una singola azienda.

Prima di prendere una decisione, è sempre bene valutare e analizzare con molta attenzione tutte le possibilità che possono fare al proprio caso. Senza compromettere l’ammontare della propria polizza assicurativa, si può avere un risparmio di molte migliaia di euro.

Molte compagnie di assicurazioni, offrono alle azienda la possibilità di sospendere la propria polizza se l’attività è stagionale.

2. Valutare i contratti in essere

Se il mercato degli affitti è debole o ci sono molte proprietà libere nella zona dove si ha la propria azienda, si può provare a negoziare per ottenere un affitto più basso. Allo stesso modo, se si può svolgere la propria attività in un ufficio di dimensioni più piccole, un ridimensionamento può offrire un vantaggio nelle spese al termine del mese.

Periodicamente, è bene chiedere ai propri fornitori se sono presenti delle promozioni su acquisti di grandi dimensioni. Sono molte le aziende, che offrono dei premi fedeltà o offrono degli accordi specifici su ordinativi di grandi dimensioni.

Oltre a rivedere i contratti già esistenti, è opportuno verificare se esiste la possibilità di beneficiare di risorse gratuite. In commercio ad esempio, esistono una serie di programmi alternativi che permettono di risparmiare cifre considerevoli sull’acquisto o il noleggio di software.

3. Verificare le mansioni dei propri dipendenti

Gli stipendi sono spesso le spese più importanti in un’azienda. Se uno dei propri collaboratori si trova in una posizione sbagliata o non è in grado di portare un valore all’azienda, si stanno perdendo dei soldi.

Prima di saltare a decisioni azzardate, è bene assicurarsi con attenzione del carico di lavoro di ogni dipendente e di quali sono i propri compiti. In alcuni casi, può essere necessario eseguire dei cambiamenti per portare i propri dipendenti a portare un maggior valore alla propria azienda.

Inoltre, è anche importante tenersi aggiornati sulle migliori soluzioni di assunzione che si possono offrire ai propri dipendenti. Variare un contratto in essere, può portare un risparmio all’azienda dove il dipendente si trova.

4. Scegliere di adottare tecnologie digitali

È bene capire se esiste la possibilità di incorporare una tecnologia digitale nella propria azienda. Inserimento, che potrebbe portare dei vantaggi operativi e di gestione nei processi aziendali. Se esistono dei compiti che si possono eseguire mediante un computer – e non richiedono necessariamente l’assunzione di un nuovo dipendente – l’utilizzo della tecnologia digitale può essere una soluzione per ridurre i costi.

Inoltre, le tecnologie digitali possono aiutare a incrementare la produttività dei dipendenti. Fattore, che a fronte di una piccola spesa permette di ottenere un maggior introito dalle attività aziendali.

5. Considerare i costi di cancelleria

La cancelleria rappresenta una parte importante del budget di spese aziendali mensili. Anche se si hanno le migliori penne e carta di altissima qualità, è sorprendente scoprire quanto si può risparmiare apportando delle piccole modifiche nella cancelleria. Per implementare questo cambiamento, è bene iniziare a monitorare l’utilizzo della cancelleria all’interno del proprio ufficio.

Una volta che si è analizzato quali sono gli oggetti più utilizzati e il loro prezzo, si può comprendere quali sono quelle in cui si può ottenere un risparmio. Contrattando più fornitori, si può comprendere se esiste la possibilità di ottenere un miglior prezzo nell’acquisto della cancelleria che si utilizza tutti i giorni o se è opportuno acquistarne di compatibile.

La valutazione delle spese e dei costi complessivi che ha un’azienda, può portare ad un considerevole risparmio mensile. Tagliando i costi non necessari e assegnando budget dove è più necessario.



Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.