Bonus 1000 euro: Draghi lo sblocca con il Decreto Ristori 5

Bonus 1000 euro: Draghi, con il prossimo Decreto Ristori 5, potrebbe decidere di erogare a tutti i lavoratori non dipendenti e stagionali un bonus da 1000 euro.
Bonus 1000 euro Draghi
Bonus 1000 euro: Draghi, con il prossimo Decreto Ristori 5, potrebbe decidere di erogare a tutti i lavoratori non dipendenti e stagionali un bonus da 1000 euro.


Un Bonus da 1000 euro per i lavoratori con partita IVA, e per chi ne è privo, sarà incluso nel Decreto Ristori 5 che sarà varato dal nuovo Governo Draghi. Il Decreto dovrebbe poter contare su fondi per un valore totale di 37 miliardi di euro che andranno ad aiutare lavoratori, imprese e famiglie italiane. Un'altra bella notizia che si aggiunge alla conferma del Bonus Vacanze 2021.


Il Governo Draghi ha confermato l'erogazione del Bonus 1000 euro con il prossimo Decreto Ristori 5. Il nuovo contributo spetterà a tutti i titolari di partita IVA, ma anche ai lavoratori autonomi o stagionali, che non sono titolari di una partita IVA.

L'ampliamento della platea dei beneficiari ha lo scopo di aiutare tutti i lavoratori che erano rimasti tagliati fuori dagli ammortizzatori o dai precedenti bonus.

Bonus 1000 euro: i requisiti

Il Bonus da 1000 euro sarà erogato a tutti i lavoratori in possesso dei requisiti richiesti, mentre non verrà preso in considerazione il codice ATECO di appartenenza, ma solamente la perdita percentuale del fatturato annuale relativo agli anni di imposta precedenti.

Questa è una differenza sostanziale con i bonus varati dal precedente Governo Conte, che aveva tagliato fuori molte categorie di lavoratori con le decisioni prese, suscitando non poche polemiche.

I requisiti per i titolari di partita IVA, e i lavoratori autonomi o stagionali, sono i seguenti:

Requisiti per i titolari di partita IVA

Il Bonus 1000 euro sarà erogato a tutti i lavoratori titolari di partita IVA che:

  • sono in possesso di una partita IVA da almeno 3 anni
  • hanno un reddito annuo inferiore ai 50.000 euro
  • sono in regola con il versamento dei contributi all'INPS
  • hanno subito una perdita di fatturato di almeno il 33% nel 2020 riconducibile all'emergenza Coronavirus

I possibili beneficiari del contributo devono inoltre attestare di non ricevere altri contributi o prestazioni dal governo.

Requisiti per lavoratori autonomi o stagionali

Il Bonus 1000 euro aiuterà anche i lavoratori autonomi o stagionali senza partita IVA, anche se titolari di contratti autonomi occasionali. I requisiti richiesti sono:

  • avere un contratto di lavoro attivo tra il 1 gennaio 2019 e il 29 ottobre 2020
  • aver ricevuto almeno un contributo mensile dalla Gestione separata dell’INPS nel periodo indicato
  • non essere iscritti alle forme previdenziali obbligatorie ma alla Gestione separata

Il Decreto Ristori 5 prevederà solo il Bonus 1000 euro?

Sono molte le indiscrezioni su quello che alla fine sarà incluso, o escluso, dal Decreto Ristori 5 oltre al Bonus 1000 euro. È certo che questo Decreto sarà molto importante per la ripresa del mondo del lavoro italiano, e quindi c'è molta attenzione sull'argomento.

Molto probabilmente potrebbe contenere una proroga della Cassa integrazione in deroga per Covid-19, un ulteriore blocco dei licenziamenti per le imprese in difficoltà, e una proroga della NASPI.

Un'altra certezza dovrebbe essere quella della pace fiscale 2021 con una nuova rottamazione quater delle cartelle esattoriali e un nuovo saldo e stralcio.

REM e RdC sono argomenti a parte. Se una proroga del Reddito di Emergenza è quasi certa, non si può dire lo stesso per il Reddito di Cittadinanza, che probabilmente dovrà essere riformato per diventare un qualcosa di totalmente diverso da quello che abbiamo conosciuto fin'ora.


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.