Bonus Baby Sitter: requisiti e nuova proroga al 28/02/2021

Bonus Baby Sitter: i requisiti per ottenerlo dall'INPS e la scadenza al 28 febbraio 2021 per l'inserimento nel Libretto Famiglia come dal Decreto Ristori Bis.
Bonus Baby Sitter: requisiti e nuova proroga al 28/02/2021
Bonus Baby Sitter: i requisiti per ottenerlo dall'INPS e la scadenza al 28 febbraio 2021 per l'inserimento nel Libretto Famiglia come dal Decreto Ristori Bis.




Buone notizie per il Bonus Baby Sitter. L'INPS ha comunicato la proroga della scadenza per l'inserimento nel Libretto Famiglia al 28 febbraio 2021. Questo per consentire ad ancora più famiglie di ottenere e beneficiare del Bonus Babysitter.

Bonus Baby Sitter: requisiti per richiederlo

Dal mercoledì, 01 aprile 2020 è possibile richiedere il Bonus Babysitter se i propri figli non hanno ancora compiuto dodici anni entro il 05 marzo 2020. Per i figli con disabilità, o ospiti di un centro diurno, non ci sono limiti d'età.
È possibile richiedere il bonus anche per figli adottivi o affidati.

Bonus Baby Sitter: quanti soldi si possono ottenere?

Si possono avere fino a 1200 euro con il Bonus Baby Sitter. Con questi soldi i genitori che lavorano potranno pagare un/una Baby Sitter. Si potrà usare il contributo di 1200 euro attraverso il Libretto Famiglia.

Bonus Baby Sitter: nonni e parenti

Il Bonus Babysitter può essere usato per pagare i nonni se non convivono nella stessa casa dei figli. In questo caso i nonni non dovranno dichiarare la retribuzione nella dichiarazione dei redditi 2021. Questa importante novità, introdotta con il Decreto Rilancio e chiarita con la Circolare n. 73 dell'INPS, è valida solo per l'emergenza COVID 19.

Il Bonus Baby Sitter fa reddito?

No, il Bonus Babysitter, retribuito con il Libretto Famiglia è un compenso esente da imposizione fiscale.
Come specificato dall'articolo 54 bis, dal decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, in cui si stabilisce che il compenso percepito non fa reddito, se non si sono accumulate altre prestazioni occasionali che fanno superare i limiti economici previsti per l’esenzione fiscale.