Bonus mobili 2021: in cosa consiste e cosa fare per ottenerlo

Il bonus mobili 2021 prevede una detrazione IRPEF del 50% per tutti coloro che effettueranno l'acquisto di mobili e di elettrodomestici su una spesa non superiore ai 16.000 euro.
  • Bonus mobili 2021: in cosa consiste e cosa fare per ottenerlo

Di seguito analizzeremo tutte le informazioni e le procedure utili per avere diritto al bonus mobili 2021, cosa è compreso nel bonus mobili 2021 e quali tipologie di interventi di ristrutturazione possono accedere ai privilegi. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per ottenere questa agevolazione ed evitare spiacevoli intoppi.

Come funziona il bonus mobili 2021?

Il bonus mobili 2021 consente di avere diritto ad una detrazione IRPEF del 50% qualora venga effettuato l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe pari o superiore alla A+ mentre per quanto riguarda i forni si parte dalla classe A.

In base alla legge di bilancio 2021 la detrazione IRPEF del bonus mobili 2021 viene messa in atto su una spesa non superiore ai 16.000 euro invece di 10.000 euro come era previsto nell'anno 2019 e 2020.

Quando è possibile ottenere il bonus mobili 2021?

Per avere diritto al bonus mobili 2021 è indispensabile effettuare degli interventi di ristrutturazione edilizia di una casa oppure di una parte di un immobile residenziale.

Per avere le idee chiare è bene tenere a mente che si può accedere a tale agevolazione nel momento in cui:

  • sono stati intrapresi dei lavori di ristrutturazione dal 1° Gennaio 2020, pertanto viene escluso il bonus qualora i lavori siano iniziati precedentemente;
  • la data in cui sono iniziati i lavori di ristrutturazione precede quella in cui è stato effettuato l'acquisto di grandi elettrodomestici e mobili;
  • sono stati fatti degli acquisti per completare l'arredamento delle zone in comune di un condominio.

In tutti questi casi è possibile avere diritto al bonus mobili 2021 ed ottenere la detrazione prevista da tale agevolazione.

Inoltre occorre considerare che è possibile accedere alla detrazione nel momento in cui gli acquisti effettuati servano per arredare delle zone differenti da quelle dove sono state eseguite operazioni di ristrutturazione, naturalmente deve però trattarsi del medesimo immobile.

Per avere un quadro chiaro della situazione analizziamo il seguente esempio in modo tale da comprendere se è possibile avere diritto al bonus mobili 2021 oppure se si è esclusi da questi vantaggi.

Ad esempio: chi desidera realizzare una mansarda può avere diritto al bonus mobili 2021 il quale sarà assolutamente valido per questa circostanza anche se gli acquisti riguardano la mobilia per il bagno o i grandi elettrodomestici da cucina.

Per comprendere invece quando è possibile accedere al bonus mobili 2021 in caso di ristrutturazioni condominiali di parti comuni occorre tenere presente che i condomini possono accedere a tale agevolazione ognuno per la propria quota ed unicamente se si tratta di beni utili per l'arredamento di queste zone. Sono quindi esclusi tutti quegli arredamenti che non rientrano in questi ambienti specifici.

Con quali interventi di ristrutturazione è possibile accedere al bonus mobili 2021?

A questo punto non ci resta che analizzare nel dettaglio quali sono le operazioni di ristrutturazione grazie alle quali poter accedere al bonus mobili 2021.

L'agevolazione in questo caso comprende le seguenti circostanze:

Manutenzione straordinaria

  • installazione degli ascensori e di scale di sicurezza;
  • progettazione dei servizi igienici;
  • sostituzione degli infissi esterni con variazione dei materiali e di ulteriori modelli di infissi;
  • interventi relativi alle scale e alle rampe;
  • realizzazione di cancelli, recinzioni e mura di cinta;
  • realizzazione di scale interne;
  • necessità di cambiare i tramezzi interni senza alterare il tipo di unità dell'immobile;
  • operazioni atte all'uso di fonti rinnovabili di energia;
  • sostituzione della caldaia con una nuova.

Ristrutturazione edilizia

  • modifiche della facciata di un edificio;
  • costruzione di un balcone oppure di una mansarda;
  • cambiare la soffitta per renderla una mansarda oppure effettuare la chiusura di un balcone rendendolo una veranda;
  • realizzazione di porte e finestre nuove in altri punti dell'immobile;
  • realizzazione dei servizi igienici nel caso in cui vengano ampliate e modificate alcune zone all'interno degli ambienti già presenti.

Restauro e risanamento conservativo

  • rendere le altezze dei solai idonee agli spazi già presenti;
  • riportare un edificio storico al suo aspetto originale.

Manutenzione ordinaria su zone condominiali in comune

  • effettuare la pitturazione di soffitti e mura;
  • cambiare le pavimentazioni;
  • ripristinare gli intonaci esistenti;
  • cambiare gli infissi esterni di un edificio;
  • sostituire le tegole ed effettuare il ripristino delle impermeabilizzazioni;
  • riparare le grondaie;
  • riparare o cambiare i portoni e i cancelli di un edificio;
  • effettuare le riparazioni delle mura di cinta.

Vi sono invece alcuni interventi di ristrutturazione che non rientrano nel bonus mobili 2021, pertanto non è possibile usufruire dei vantaggi nelle seguenti circostanze:

  • vengono effettuati interventi di pitturazione delle pareti, dei soffitti oppure se si cambiano le pavimentazioni e gli infissi esterni;
  • si effettua il ripristino degli intonaci interni su ciascun appartamento;
  • si eseguono interventi appositi per mettere in atto tutte le precauzioni utili al fine di evitare il rischio di compiere azioni illecite da terze parti (a patto che, a causa di fattori specifici, non rientrino tra le operazioni edilizie di manutenzione ordinaria, straordinaria, di ristrutturazione edilizia oppure di restauro);
  • si svolgono dei lavori per realizzare garage e posti auto.

Per rientrare nel bonus mobili 2021 non occorre raggiungere una soglia minima di costi di ristrutturazione.

Cosa comprende il bonus mobili 2021

Il bonus mobili 2021 comprende degli acquisti specifici grazie ai quali è possibile usufruire di vari privilegi.

Gli acquisti che ne fanno parte sono:

  • Mobili nuovi: è possibile accedere al bonus mobili 2021 se si acquistano armadi, cassettiere, letti, scrivanie, sedie, tavoli, librerie, divani, poltrone, comodini, materassi, credenze, dispositivi utili all'illuminazione.
    Tutti questi arredamenti, se acquistati nuovi, permettono di usufruire delle agevolazioni.
  • Elettrodomestici nuovi: anche gli elettrodomestici come lavatrici, lavasciuga, frigoriferi, dispositivi per cuocere, lavastoviglie, piastre elettriche, forni a microonde, stufe elettriche, ventilatori, radiatori elettrici, dispositivi specifici per il riscaldamento e condizionatori consentono di avere diritto al bonus.

Occorre ricordare che l'acquisto di lavastoviglie, piani cottura elettrici, frigoriferi, lavatrici, forni e lavasciuga deve essere dichiarato all'ENEA.

Il bonus mobili 2021 può essere utilizzato anche per i costi di trasporto e di installazione dei prodotti acquistati.

Come avere diritto al bonus mobili 2021

Per utilizzare il bonus mobili 2021 bisogna effettuare la dichiarazione dei redditi nel momento in cui vengono comunicati i costi per l'acquisto dei grandi elettrodomestici e dei mobili.

Può attenersi alla detrazione del bonus mobili 2021 il contribuente il quale ha sostenuto sia i costi per gli interventi di ristrutturazione edile che quelli per acquistare i grandi elettrodomestici e i mobili.

È bene ricordare che il bonus mobili 2021 viene calcolato su una cifra non superiore ai 16.000 euro (e non 10.000 euro come nell'anno 2019 e 2020) e deve essere suddivisa in 10 somme annuali del medesimo importo.

È possibile beneficiarne fino alla capacità massima di ogni IRPEF.

Come effettuare il pagamento per accedere al bonus mobili 2021

Si può usufruire della detrazione del bonus mobili 2021 unicamente se i pagamenti dei prodotti (mobili e grandi elettrodomestici) siano stati eseguiti mediante carta di credito, bonifico oppure carta di debito. Sono esclusi i contanti e gli assegni.

È inoltre possibile accedere all'agevolazione anche se si fanno degli acquisti suddivisi a rate, purché la finanziaria versi la somma prevista mediante i metodi di pagamento sopracitati. In tali circostanze, si terrà conto della data in cui sono stati effettuati gli acquisti e il versamento della somma da parte della finanziaria.

Sono validi gli stessi metodi di pagamento per chi vuole accedere al bonus mobili 2021 anche per quanto riguarda i costi per il trasporto e il montaggio dei prodotti acquistati.

Dunque chi ha effettuato la ristrutturazione di un immobile ed ha acquistato dei prodotti appartenenti alla categoria mobili e grandi elettrodomestici potrà accedere al bonus mobili 2021 mediante le procedure elencate in questo articolo.



© Realizzato da IT03840860237.
Back to Top