Bonus Vacanze 2020: scadenza prolungata a Giugno 2021

Il Bonus Vacanze 2020 è stato prolungato fino al Giugno 2021. Vediamo cos'è cambiato e le motivazioni che hanno portato il Governo a questa decisione.
Bonus Vacanze 2020: scadenza prolungata a Giugno 2021
Il Bonus Vacanze 2020 è stato prolungato fino al Giugno 2021. Vediamo cos'è cambiato e le motivazioni che hanno portato il Governo a questa decisione.




Nonostante il risalto dato al progetto del governo, tramite i più importanti mezzi di comunicazione, i risultati non sono stati quelli sperati.

Il Bonus vacanze scadrà il 30 giugno 2021, ma si potrà richiederlo finosolo fino al 31 dicembre 2020.
Queste in definitiva la novità introdotte dal Decreto Legge Ristori.

Visto il basso numero di famiglie che hanno richiesto, e utilizzato, questo incentivo il governo italiano ha scelto di prolungare il periodo di tempo in cui si può utilizzarlo.
Se inizialmente si era prefissato il 31 dicembre 2020 come ultima data in cui utilizzare la somma ricevuta, adesso si è deciso di prolungare l'iniziativa fino al 30 giugno 2021.

Secondo gli ultimi dati solo il 35% degli italiani che ne avevano diritto ha effettivamente chiesto il bonus. A fine agosto si era parlato di quasi 1 milione e mezzo di bonus elargiti, per un valore poco superiore ai 600 milioni di Euro.

Cos'è il Bonus Vacanze 2020

Il Bonus Vacanze spetta alle famiglie più bisognose, quelle con un reddito ISEE inferiore ai 40.000 euro, e, almeno secondo il pensiero del governo italiano, doveva permettergli di pagare, totalmente o almeno in parte, le ferie in un albergo italiano.
La cosa, pur avendo suscitato l'interesse di molti, non si è poi concretizzata a quanto pare.

A quanto pare, dopo un'impennata di richieste iniziale, le domande pervenute sono calate drasticamente. Il problema non è comunque solo questo.
Infatti, secondo i dati, meno del 20% delle persone che hanno ottenuto il bonus lo ha effettivamente utilizzato.

Non è chiaro se la cosa è una conseguenza del numero di hotel che hanno deciso di aderire alla proposta, circa il 40% degli hotel italiani, o da un'eccesiva prudenza delle famiglie italiane che ha preferito rinunciare alle ferie.

Usare il bonus vacanze con vacanze

Il recente emendamento che ha modificato il decreto del Bonus Vacanze non ha soltanto cambiato la sua scadenza, ma anche la possibilità di utilizzare le piattaforme digitali per le prenotazioni.
Inizialmente si era scelto di non includere le prenotazioni fatte sulle agenzie online, come Booking.com o Airbnb.it solo per citarne alcune, in quelle che avevano diritto di utilizzare il bonus adesso le cose sono cambiate.

Con questa modifica il governo spera di semplificare la ricerca da parte degli utenti di strutture che aderiscono a questa iniziativa, ma non tutti sono d'accordo. Diversi esponenti politici sono contrari alla cosa, visto che queste piattaforme chiedono un compenso per ogni prenotazione, e al momento non è molto chiaro se le cose cambieranno per chi sceglie di pagare completamente, o in parte, il proprio soggiorno con il bonus vacanze.
Il consiglio è quello di informarsi in anticipo, quindi prima di prenotare, sulle condizioni della struttura in cui si vorrebbe soggiornare.