Cespiti aziendali: cosa sono in economia e definizione


Cespiti aziendali, cosa sono in economia e qual'è il loro significato. Cos'è il libro cespiti, e cosa sono i cespiti ammortizzabili e i cespiti patrimoniali.

I cespiti, in finanza o economia, sono definiti come beni o risorse fonte di reddito per un'azienda, che possono essere classificati nello stato patrimoniale. Possono essere beni materiali o beni immateriali.

Vengono anche chiamati con il termine inglese "asset".

Un cespite è un bene pluriennale e dev'essere annotato nel libro dei cespiti.

Ammortamento dei cespiti

L'ammortamento dei cespiti è la procedura contabile con cui si imputa il costo di ogni singolo cespite nell’arco degli esercizi produttivi in cui verrà utilizzato secondo quanto previsto dalle Coefficienti di ammortamento.

Per un cespite con un costo non superiore a 516,46 euro è prevista una deduzione integrale delle spese di acquisizione nello stesso esercizio in cui sono state sostenute, come previsto dal comma 5 dell’art.102 del TUIR.

Cespite immobiliare

Per cespite immobiliare si intende ogni immobile imputabile a un'azienda.

Cespiti patrimoniali

I cespiti patrimoniali devono essere iscritti a bilancio nei conti dello stato patrimoniale.

Cessione dei cespiti aziendali

I cespiti aziendali possono essere ceduti anche prima della conclusione del loro ammortamento.

Nel momento in cui avviene questa cessione l'incasso va comparato con l'ammortamento residuo per calcolare l'eventuale plusvalenza o minusvalenza.

Libro dei cespiti o registro dei cespiti

Il libro dei cespiti, chiamato anche registro dei cespiti o registro dei beni ammortizzabili, è il registro delle immobilizzazioni in cui vengono annotati tutti i cespiti di un'azienda per anno di acquisto.

Per ogni cespite sono riportate queste informazioni:

  • anno di acquisizione
  • costo originario
  • svalutazione del cespite o rivalutazione
  • quota di ammortamento
  • fondo di ammortamento del periodo precedente
  • piano di ammortamento applicato nel periodo di imposta
  • eliminazioni dal processo produttivo

Classificazione dei cespiti

La classificazione dei cespiti di un'azienda è una procedura che avviene all'interno dell'attivo dello stato patrimoniale. Viene svolta dal responsabile della contabilità che prende nota nel registro dei cespiti di tutti i beni tangibili e intangibili che generano un valore quantificabile per un'azienda.

In caso non sia identificato un responsabile la classificazione spetta ai responsabili amministrativi o agli addetti alla redazione di bilancio.

Nella classificazione dei cespiti di un'azienda si trovano, divisi in due categorie, i beni materiali e i beni immateriali:

  • terreni e fabbricati
  • impianti e macchinari
  • attrezzature
  • macchine d'ufficio
  • arredamenti
  • automezzi
  • know-how
  • costi di impianto e ampliamento
  • costi di ricerca e sviluppo
  • certificazioni, diritti e brevetti
  • conoscenze e risorse umane

Attività correnti e non correnti di un'azienda

Un cespite può rientrare nelle attività correnti o nelle attività non correnti di un'azienda.

Attività correnti di un'azienda

Un cespite rientra nelle attività correnti di un'azienda se è detenuto per un periodo inferiore a un anno fiscale.

Attività non correnti di un'azienda

Un cespite rientra nelle attività non correnti di un'azienda se è detenuto per almeno un anno fiscale.