In quali casi usarlo, come inserirlo nella compilazione del Modulo F24 e nella registrazione contabile.

Codice tributo 2003 e saldo IRES: cos'è e uso col modello F24

Il codice tributo 2003 e il saldo IRES. Cos'è, il suo utilizzo col modello F24 per una compilazione corretta, e il tuo utilizzo nella registrazione contabile.
  • Codice tributo 2003: cos'è e il suo utilizzo nel modulo F24

Il codice tributo 2003fa riferimento al pagamento del saldo IRES.
Questo codice viene utilizzato nella compilazione del Modello F24 quando si paga il saldo IRES, ovviamente nel caso in cui si sia scelto di rateizzare l'Imposta sul Reddito delle Società.

IRES e Codice tributo 2001 e 2003

Il codice tributo 2003 viene utilizzato esclusivamente da chi ha scelto un pagamento a rate per l'IRES, più nello specifico è usato per il saldo IRES.
Il codice tributo 2001 viene utilizzato per la prima rata, mentre il codice tributo 2002 per la seconda rata, o per il pagamento dell'IRES se si sceglie un pagamento unico.

Utilizzo del codice tributo 2003 nella rateazione dell'IREF

Per utilizzare questo codice si fa riferimento alla sezione Erario del modello di pagamento unificato (F24).
Nella prima colonna, quella relativa al "codice tributo", va inserito il codice tributo 2003.
La seconda colonna, quella relativa a "rateazione / regione / provincia / mese rif." non deve essere compilata.
Nella terza colonna, che è quella che prende in esame l'anno di riferimento, va inserito l'anno per cui si sta pagando l'IRES, cioè quello attuale.
Nella quarta colonna, quella relativa agli importi a debito, va inserito il saldo IREF.
La quinta colonna, relativa agli importi a credito compensati, va lasciata in bianco.
Il campo Totale viene automaticamente compilato dal modello F24 sommando gli importi presenti nelle colonne degli importi a debito e quelli degli importi a credito.
I campi con le diciture codice atto e codice ufficio non vanno compilati.

Utilizzo del Codice tributo 2003 nel Modello F24
Utilizzo del Codice tributo 2003 nel Modello F24

Ravvedimento operoso

L'utilizzo del codice tributo 2003 e 2001, come abbiamo visto, avviene solo quando si sceglie un pagamento a rate, ma cosa succede quando si dimentica di pagare il saldo IRES o si paga in ritardo?
In questo caso, si può regolarizzare la propria posizione pagando, oltre al saldo IRES, gli interessi e una sanzione ridotta. Queste due voci andranno aggiunte alla compilazione del modello F24 con dei codici tributi appositi.
Il codice tributo 8918 viene utilizzato per l'importo della sanzione, mentre il codice tributo 1990 è utilizzato per l’importo relativo agli interessi.

Utilizzo del Codice tributo 8918 e codice tributo 1990 nel Modello F24
Utilizzo del Codice tributo 8918 e codice tributo 1990 nel Modello F24

IRES

L'Imposta sul Reddito delle Società (abbreviata in IRES), è un'imposta che grava sulle società di capitali, sulle cooperative ma anche su enti pubblici, enti privati e trust. L’aliquota è fissa al 24%, e non sono previsti scaglioni in base al reddito della società.
Come abbiamo visto sono disponibili due modalità di pagamento di questa imposta, in un'unica soluzione oppure con un pagamento a rate.

Se l'importo dell'IRES non supera i 258 Euro non si potrà pagare questa imposta a rate, ma si dovrà farlo in un'unica soluzione.
Se, per l'anno attuale, l'IREF è inferiore ai 52 Euro, si è esenti dal pagarla, e la si pagherà l'anno successivo.

Scadenza IRES e importi

  • Entro il 30 giugno dev'essere pagata la prima rata dell'acconto IRES, utilizzando il codice tributo 2001 nel Modello F24.
    L'importo equivale al 40% dell'IRES dell'anno precedente, si prende come riferimento il rigo RN17 dell’Unico.
  • Entro il 30 novembre dev'essere pagata la seconda rata dell'acconto IRES, utilizzando il codice tributo 2002 nel Modello F24. L'importo equivale al 60% dell'IRES dell'anno precedente, si prende come riferimento il rigo RN17 dell’Unico.
  • Entro il 30 giugno dell'anno successivo dev'essere pagato il saldo IRES, utilizzando il codice tributo 2003 nel Modello F24. Si paga la prima rata di acconto per l'anno corrente, e il saldo per l’anno precedente.


© Realizzato da IT03840860237.
Back to Top