Gruppo ISP: SMS da Intesa Sanpaolo o truffa?

Gruppo ISP è la firma SMS di Intesa Sanpaolo, ma viene anche usata da chi invia SMS truffa per cercare di accedere alle credenziali bancarie dei correntisti.
Gruppo ISP: SMS da Intesa Sanpaolo o truffa?
Gruppo ISP è la firma SMS di Intesa Sanpaolo, ma viene anche usata da chi invia SMS truffa per cercare di accedere alle credenziali bancarie dei correntisti.


Gruppo ISP, il mittente usato da Intesa Sanpaolo. Vediamo le caratteristiche del mittente usato da Intesa San Paolo per le comunicazioni di servizio via SMS.
Intesa Sanpaolo è uno dei più importanti istituti bancari italiani, quotato in borsa con le azioni BIT ISP.

Se avete ricevuto un messaggio SMS dal Gruppo ISP, in cui vengono richieste le credenziali bancarie del vostro conto su Banca Intesa Sanpaolo quasi sicuramente è un tentativo di truffa. Se invece il messaggio riporta solo delle informazioni, o un codice numerico di sicurezza, potete considerarlo un messaggio autentico dell'istituto bancario.


Il mittente Gruppo ISP è semplicemente il nome utilizzato dalla Banca Intesa San Paolo per inviare delle comunicazioni ai telefoni cellulari dei titolari di conto bancario presso questa istituto bancario.
Tra questi possiamo includere anche gli O-Key SMS, gli SMS contenentI un codice numerico a sei cifre indispensabili per utilizzare servizi online, ed effettuare pagamenti in sicurezza.

Riceverete questi SMS, in cui è presente un codice, quando starete effettuando dei pagamenti online, oppure volete accedere al vostro conto. Questo genere di messaggi è autentico.

Gruppo ISP: cos'è?

Il Gruppo ISP è il mittente dei messaggi SMS del Gruppo Intensa Sanpaolo. Intesa San Paolo è un istituto bancario italiano nato nel 2007, quando è avvenuta la fusione tra il gruppo Sanpaolo IMI e Banca Intesa.
ISP è la sigla delle lettere iniziali di "Intesa San Paolo".

Gruppo ISP: SMS carta bloccata

A volte può capitare di ricevere degli SMS sospetti che hanno come mittente il Gruppo ISP. IN questi SMS viene richiesto i dati di accesso al proprio conto bancario, o altre informazioni personali. Intesa Sanpaolo, come qualsiasi altra banca, non chiederà mai di comunicare le proprie credenziali di accesso via SMS, email o in un qualsiasi altro modo.
Diffidate sempre da questo tipo di messaggi.

Il più comune è quello in cui il Gruppo ISP invia un SMS perché avete la carta bloccata. Nel caso in cui un cliente del Gruppo Intesa San Paolo voglia bloccare la propria carta di credito deve chiamare il Numero Verde della banca, che è attivo 24 ore su 24. Quindi, se riceve un messaggio in cui il Gruppo ISP comunica che la carta è bloccata, senza aver fatto nessuna richiesta, è sicuramente un messaggio sospetto.  

Come riconoscere un messaggio Gruppo ISP truffa

Se ricevete un messaggio dal Gruppo ISP in cui vi si chiedono informazioni relative al vostro conto bancario (dati di accesso e codici personali), oppure informazioni riguardanti dati anagrafici, o dati personali, potete essere sicuri di trovarvi di fronte a un SMS truffa.

Le informazioni più richieste dai truffatori sono il codice titolare Intesa Sanpaolo (il codice riportato sul contratto stipulato in fililare) e il codice PIN (il codice di sicurezza creato durante il primo accesso al sito di Intesa Sanpaolo)

Dovete prestare attenzione anche nel caso in cui vi si chieda di accedere al vostro account per controllare delle transazioni effettuate. Spesso in un messaggio del Gruppo ISP sospetto vi chiederanno di accedere al vostro conto online per sbloccarlo. Dopo aver fatto un click sul link ricevuto col messaggio vi troverete davanti a una pagine di login simile a quella a cui siete abituati. Non inserite nessun dato.

È possibile rendersi conto di trovarsi davanti a un SMS sospetto, o a una mail, quando si notano questi particolari:

  • mittente diverso da Gruppo ISP
  • errori di battitura nel testo
  • richiesta di inserire, o confermare, credenziali di accesso
  • installare delle applicazioni
  • chiamate preregistrate

Questa non è ovviamente l'unica truffa a cui prestare attenzione. Un'altra molto diffusa è quella della chiamate dalla Tunisia con Prefisso 216 per esempio.


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.