Pace fiscale: c'è la data per il decreto del Governo Draghi

Pace fiscale, il Governo Draghi potrebbe approvare una nuova pace fiscale il 30 giugno 2021 con una Rottamazione Quater delle cartelle e un Saldo e Stralcio bis.
Pace fiscale Governo Draghi
Pace fiscale, il Governo Draghi potrebbe approvare una nuova pace fiscale il 30 giugno 2021 con una Rottamazione Quater delle cartelle e un Saldo e Stralcio bis.


Una pace fiscale per i contribuenti italiani potrebbe essere il prossimo obiettivo del Governo Draghi dopo l'approvazione del Decreto Milleproroghe e la proroga per il pagamento delle cartelle esattoriali.

Il Governo alla fine ha deciso di aiutare i contribuenti italiani in difficoltà e ha prorogato nuovamente il pagamento delle rate delle cartelle esattoriali per la sesta rata del 2020 e la prima rata del 2021.


Le belle notizie non sono finite, dato che il Governo Draghi starebbe valutando l'idea di una pace fiscale con una rottamazione quater e un Saldo e Stralcio bis.

Pace fiscale: proroga del pagamento delle cartelle esattoriali

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha prorogato in extremis il pagamento delle rate della rottamazione delle cartelle esattoriali in scadenza il 1 marzo 2021.

Non è ancora stata stabilita una nuova scadenza, ma tutto farebbe supporre che la nuova data sarà il 30 giugno 2021.

L'ufficializzazione della proroga è arrivata solo il 27 febbraio 2021, con il comunicato n. 36 del Ministero dell'Economia e delle Finanze, quindi con meno di 2 giorni di anticipo.

Col DL Sostegno si dovrebbe vedere la proroga del Reddito di Emergenza per quattro nuove mensilità, da gennaio a aprile 2021, e uno stanziamento di 1 miliardo di euro di fondi per il Reddito di Cittadinanza.

Decreto Sostegno

Pace fiscale: Rottamazione Ter

La Rottamazione Ter prende in esame i debiti dei contribuenti italiani che hanno contratto con l'Agenzie delle Entrate-Riscossioni nel periodo dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

Al contribuente viene data la possibilità di saldare i propri debiti con lo Stato pagando l'intera somma dovuta, ma senza more e sanzioni.

Sono state accolte solo le domande, pervenute agli agenti di riscossione entro il 30 aprile 2019 con i moduli appositi.

Il Decreto Cura Italia, varato dal Governo Draghi, aveva già stabilito una proroga per i contribuenti che erano in regola con le rate del 2019, andando a saldare le rate del 2020 a marzo 2021.

Con l'ultima proroga il nuovo termine per il pagamento delle rate del 2020 dovrebbe spostarsi al 30 giugno 2021. Ammesso che non ci siano nuove proroghe con la pace fiscale, anche se sembra poco probabile al momento.

Pace fiscale: Rottamazione Quater

Il Governo Draghi ha fatto intuire che per giugno potrebbe essere introdotta una Rottamazione Quater per le cartelle esattoriali di importo superiore ai 5.000 euro emesse a partire dal 2015.

La nuova rottamazione dovrebbe partire in contemporanea con la fine della Rottamazione Ter, quindi per la fine di giugno 2021.

Con la nuova pace fiscale potrebbe esserci anche la volontà di archiviare la riscossione dei debiti non più esigibili, come per i soggetti nullatenenti o i soggetti deceduti.

Potrebbe quindi essere applicato un annullamento selettivo delle cartelle esattoriali.

Pace fiscale: Saldo e Stralcio

Il Saldo e Stralcio indica il risanamento delle pendenze fiscali di una persona fisica in grave difficoltà economica, grazie a uno sconto sul totale dell'imposta da versare.

Il Saldo e Stralcio viene preso in considerazione solo per le persone che hanno un reddito ISEE del proprio nucleo familiare inferiore ai 20.000 euro annuali, o quando sia stata presentata una procedura di liquidazione.

Per la misura introdotta con la pace fiscale del 2019 erano stati presi in esame i debiti maturati tra il 2000 e il 2017, applicando aliquote differenti in base al reddito ISEE dichiarato.

Con il Saldo e Stralcio del 2019 era stato anche introdotto lo stralcio totale delle cartelle esattoriali con un importo inferiore ai 1.000 euro.

L'agevolazione non sarà più accessibile per gli anni 2020 e 2021 a chi verserà una rata in ritardo.


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.