Pensioni: pagamento di marzo a rischio per molti pensionati

Pensioni, per molti titolari di pensione è a rischio il pagamento di marzo 2021 per la mancata compilazione del modello RED dopo il sollecito dell'INPS.
Pensioni: pagamento di marzo a rischio per molti pensionati
Pensioni, per molti titolari di pensione è a rischio il pagamento di marzo 2021 per la mancata compilazione del modello RED dopo il sollecito dell'INPS.


Marzo sarà un mese difficile per le pensioni, infatti alcuni titolari di pensione o indennità potrebbero vedere sospendere l'erogazione se non hanno presentato il RED dopo aver ricevuto il sollecito dell'INPS.


Per non incorrere nella sospensione delle pensioni per il mese di marzo, e quelli successivi, sarà necessario rispettare gli obblighi previsti dall'INPS entro il 1 marzo 2021.

Quali pensioni sono a rischio?

È a rischio il pagamento della pensione di marzo per migliaia di titolari di prestazione pensionistica che non hanno presentato il modello RED relativo all'anno d'imposta 2018 dopo aver ricevuto una richiesta di sollecito dall'INPS nel 2019.

Il modello RED deve essere presentato obbligatoriamente da chi ha presentato:

  • un modello 730 e ha dei redditi aggiuntivi
  • un modello redditi persone fisiche (modello redditi PF) e ha dei redditi aggiuntivi

Il RED deve essere consegnato anche da chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi, e da chi percepisce una pensione estera, o una pensione per il lavoro autonomo.

È bene ricordare che la funzione del modello RED è quella di chiarire i redditi dei pensionati e dei membri del loro nucleo familiare.

I pensionati che non hanno altri redditi incompatibili con le prestazioni correlate al reddito non corrono nessun rischio di sospensione della pensione.

La dichiarazione dei redditi, modello RED, deve essere compilata e presentata all'INPS non oltre lunedì 1 marzo 2021.

Alcuni titolari di prestazione pensionistica sono più a rischio di altri. Per esempio che percepisce:

  • pensioni di invalidità
  • pensioni di reversibilità
  • assegni sociali
  • quattordicesima
  • maggioranza sociale
  • assegni al nucleo familiare

Pensioni: Chi deve presentare il RED?

Il modello RED deve essere presentato obbligatoriamente da tutti i titolari di prestazione pensionistica collegata al reddito.

La dichiarazione reddituale deve essere presentata all'INPS da:

  • chi non ha avuto altri redditi negli anni precedenti, a quello oggetto di verifica, oltre a quello di pensione
  • chi non ha comunicato integralmente all'amministrazione finanziaria tutti i redditi influenti sulle prestazioni
  • chi è esonerato dall'obbligo di presentazione all'Agenzia dell'Entrate della dichiarazione dei redditi e ha redditi ulteriori
  • chi è titolare di redditi rilevanti ai fini previdenziali ma che vengono dichiarati in maniera diversa ai fini fiscali all'Agenzia dell'Entrate

È importante ricordare che i titolari delle pensioni devono indicare nella propria dichiarazione dei redditi anche le informazioni per la prestazione correlata al reddito di eventuali membri del proprio nucleo familiare.

Pensioni: Come presentare il RED?

Il Modello RED può essere presentato con le seguenti modalità:

  • con la procedura telematica sulla piattaforma dell'INPS
  • telefonando al Contact Center dell'INPS al numero verde 803164 (gratuito da linea fissa)
  • telefonando al Contact Center dell'INPS al numero 06 164164 (a pagamento da rete mobile)
  • presentandosi di persona a una sede INPS
  • mediante una sede CAF
  • mediante un patronato

L'INPS non invia notifiche cartacee per la presentazione dei redditi, ma solo segnalazioni per eventuali solleciti per inadempienze, che in seguito portano alle sospensioni delle pensioni.


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.