Reddito di cittadinanza: STOP al rinnovo dopo i primi 18 mesi

Reddito di cittadinanza, il Governo Draghi sarebbe al lavoro per eliminare la possibilità di un rinnovo del RdC alla scadenza dei primi 18 mesi del sussidio.
Reddito di cittadinanza STOP al rinnovo
Reddito di cittadinanza, il Governo Draghi sarebbe al lavoro per eliminare la possibilità di un rinnovo del RdC alla scadenza dei primi 18 mesi del sussidio.


Stop al rinnovo del Reddito di Cittadinanza per i beneficiari che possono lavorare.

Andrea Orlando, il Ministro nel Lavoro del Governo Draghi, starebbe lavorando a una riforma del RdC per non consentire a chi è occupabile di il rinnovo del Reddito di Cittadinanza.


Il motivo della riforma del cambiamento starebbe nel fatto che  Una riforma del sussidio è indispensabile, dato che le casse dello stato non sono in grado di sostenere a lungo i costi per l'erogazione del sostegno visto il numero sempre più grande di percettori del RdC.

Il Reddito di cittadinanza non funziona

Ormai era chiaro a tutti che il RdC dev'essere cambiato, e il Governo Draghi non ha mai nascosto di volerlo fare il prima possibile. Il sussidio introdotto dal primo Governo Conte avuto un ruolo importante nel sostegno delle famiglie italiane durante la crisi economica causata dal coronavirus, ma non può diventare un sostegno a tempo indeterminato.

Il Ministero del Lavoro starebbe lavorando a una nuova norma per ricalibrare le quote del sussidio per chi trova un'occupazione, in modo da non far considerare l'assegno del RdC come una pensione di cittadinanza.

Potrebbe anche essere introdotto un bonus per i percettori del RdC che trovano un lavoro.

C'è la possibilità che la platea dei beneficiari del RdC venga divisa in due categorie, gli occupabili e i non occupabili.

Ai non occupabili spetta il Reddito di cittadinanza

Per le famiglie in cui non ci sono persone occupabili, che non hanno quindi trovato un lavoro, spetta il Reddito di Cittadinanza nella stessa misura in cui è stata percepita fino a questo momento. Non ci sono quindi modifiche di nessun genere.

Allo scadere delle prime 18 mensilità è possibile presentare una nuova domanda. Dopo il mese di stop. Se si è in grado di soddisfare nuovamente i requisiti si riceverà il RdC per altri 18 mesi o più.

Col DL Sostegno dovrebbero essere prorogato anche il Reddito di Emergenza con quattro nuove mensilità, da gennaio a aprile 2021.

Decreto Sostegno

Il nuovo Reddito di cittadinanza per gli occupabili

Ci saranno invece dei cambiamenti per le famiglie con persone occupabili, quindi che hanno trovato un lavoro. Per queste famiglie non sarà possibile chiedere un rinnovo del Reddito di Cittadinanza una volta terminate le 18 mensilità del sussidio.

Fino ad oggi, il beneficiario del RdC che trova un lavoro deve immediatamente mandare una comunicazione all'INPS della cosa utilizzando il modello SR181.
L'INPS ricalcola il reddito familiare e diminuisce l'importo del sussidio in base allo stipendio percepito.

Nuovi criteri per la valutazione del RdC dopo l'assunzione

La normativa corrente specifica che viene preso in considerazione l'80% dello stipendio percepito per una nuova valutazione del beneficio economico. Con la riforma del RdC si scenderebbe al 50% per i primi sei mesi, come incentivo per accettare le proposte di lavoro.

Un problema riportato da molti datori di lavoro è proprio che i percettori del RdC, pur di non perdere il sussidio, preferiscono lavorare in nero.

Meno limiti per le offerte di lavoro proposte con il RdC

Un altro cambiamento che potrebbe interessare il RdC riguarda le offerte di lavoro proposte dai Navigator o dai Centri per l'impiego.

Per il momento chi percepisce il Reddito di Cittadinanza è tenuto ad accettare almeno un'offerta di lavoro congrua su tre nei primi 18 mesi. Questo tenendo conto delle sue competenze specifiche, dalla durata della disoccupazione e dalla distanza del luogo di lavoro dal domicilio del beneficiario.

Quest'ultima caratteristica potrebbe essere modificata con la prossima riforma, offrendo al percettore del RdC offerte di lavoro entro 250 chilometri fin da subito e non dopo i primi 12 mesi di fruizione del beneficio.


Generic placeholder image
Manuel Marchetti

Co-fondatore di denaro.it e appassionato di musica, libri e anime. Vede il progetto come una possibilità di cimentarsi in qualcosa di diverso da quello fatto fino ad oggi per capire meglio il mondo e la società contemporanea.