Reddito di emergenza 2021: bonus confermato col Ristori 5?

Il Reddito di emergenza potrebbe essere prorogato nel 2021. Spuntano ipotesi di nuove indennità e bonus, tra cui RdC e REM, grazie al nuovo decreto Ristori 5.
  • Reddito di emergenza Ristori 5

Il reddito di emergenza potrebbe essere prorogato nel 2021 per i beneficiari che ne faranno domanda. Questa la speranza letta da molti nelle parole del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte dei giorni scorsi.

Il REM, assieme ad altri bonus e indennità, potrebbe infatti rientrare nel prossimo Decreto Legge Ristori 5, una manovra stimata attorno ai trenta miliardi di euro.
Tutto questo per aiutare le famiglie in difficoltà a causa del prolungarsi dell'emergenza Covid 19.

Il reddito di emergenza e il decreto Ristori 2021

Il decreto Ristori 5, visto la stato di necessità di molte famiglie italiane nel 2021 potrebbe essere includere il reddito di emergenza.
Quest'ennesima forma di indennità potrebbe aggiungersi alla nuova cassa integrazione annunciata dal Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, o al già anticipato bonus mensile, anche per chi non rientrava nel codice ATECO.

Al vaglio ci sarebbero due possibilità.
La prima prevede due nuove mensilità del reddito di emergenza, la seconda l'unione del REM al reddito di cittadinanza per chi già lo percepisce.

Nelle parole di Giuseppe Conte su Facebook c'è comunque fiducia per le azioni che il governo andrà a prendere in aiuto dei cittadini con i prossimi bonus inclusi nel nuovo Decreto Ristori Quinquies:

"Abbiamo così tanti problemi da risolvere e così tante soluzioni da offrire, soluzioni a cui hanno contribuito tutte le forze di maggioranza e che ritengo valide ed efficaci - ha sottolineato - che non vedo l'ora di poter superare le fibrillazioni in corso. In questi giorni - ha assicurato - sto preparando una lista di priorità che valgano a indirizzare e a rafforzare l'azione del governo sino alla fine della legislatura. Un programma da poter discutere e condividere con tutte le forze di maggioranza"

"Sin dall'inizio del mio mandato ho preso un impegno con tutti i cittadini: lavorerò sempre per il bene vostro, il bene comune, e non per il mio utile personale. Fino alla fine farò ogni sforzo possibile per assolvere questo delicato incarico con "disciplina e onore", come richiede la nostra Costituzione"



© Realizzato da IT03840860237.
Back to Top