Quanto costa rimuovere un tatuaggio?

Il prezzo medio di una seduta per la rimozione dei tatuaggi ha un costo che si aggira tra i 150 euro e i 250 euro. Ogni centro per la rimozione dei tatuaggi adotta un prezzodiverso, non solo in base alle attrezzature di cui è dotato ma anche dalle spese previste dalla clinica in cui viene eseguita l’operazione.
Acquistare da una farmacia online: perché è un vantaggio?
Il prezzo medio di una seduta per la rimozione dei tatuaggi ha un costo che si aggira tra i 150 euro e i 250 euro. Ogni centro per la rimozione dei tatuaggi adotta un prezzodiverso, non solo in base alle attrezzature di cui è dotato ma anche dalle spese previste dalla clinica in cui viene eseguita l’operazione.


Nel corso dei secoli, sono sempre di più le persone che si sono fatte uno o più tatuaggi. Dai tatuaggi di piccole dimensioni, ai tatuaggi maori, con disegni colorati o in bianco e nero. La propria fantasia e l’espressione artistica del tatuatore possono dare vita a vere e proprie opere di arte sulla pelle di molte persone.


Nel corso della vita, per una motivazione che può essere personale o derivata da qualche importante cambiamento, si finisce per non amare più il tatuaggio o i tatuaggi che ci si è impressi nella pelle. In quel momento, si può iniziare a farsi una serie di domande. Tra cui: come si toglie un tatuaggio?

Rimozione di un tatuaggio costo e cosa è importante sapere?

Quando si prende la decisione di sottoporsi a una rimozione di un tatuaggio costo è spesso una icognita. Proprio per questo, è importante considerare una serie di fattori molto importanti:

  • come è stato realizzato il tatuaggio?
  • quale è la grandezza del tatuaggio?
  • quali colori sono stati utilizzati?
  • da quanto è stato fatto il tatuaggio?

Le risposte a queste domande, possono essere di vitale importanza per riuscire a fare un preventivo per la rimozione di un tatuaggio. Così come per definire il numero di sessioni necessarie per la rimozione totale di un tatuaggio.

Cancellazione tatuaggi neri e colorati

I tatuaggi composti da inchiostri blu o neri sono tra i più semplici da rimuovere. Mentre gli inchiostri di colore verde e giallo sono quelli che necessitano di più sessioni per essere rimossi del tutto. Più colori sono contenuti nel tatuaggio che si è realizzato, maggiori sono le sessioni – e di conseguenza il trattamento sarà più costoso – a cui ci si dovrà sottoporre per la sua completa rimozione.

Lunghezza d’onda per la rimozione dei colori dei tatuaggi

In base al colore dell’inchiostro utilizzato, il raggio laser dovrà essere tarato su una specifica lunghezza d’onda. Non tutti i laser utilizzano la stessa lunghezza d’onda per lo stesso colore.

Le lunghezze d’onda più comuni sono:

  • 1064 nm: lunghezza d’onda per rimuovere il nero e le sue varianti, il blu scuro e il marrone;
  • 755 nm (Alexandrite): lunghezza d’onda per rimuovere il nero ed il verde;
  • 694 nm (Rubino): lunghezza d’onda per rimuovere il nero ed il verde;
  • 532 nm: lunghezza d’onda per rimuovere il rosso e il giallo.

Se si ha intenzione di rimuovere le sopracciglia tatuate o i tatuaggi sulle labbra, allora è bene farsi seguire da uno specialista con la corretta attrezzatura. Queste due parti del corpo, sono molto sensibili e richiedono laser ben calibrati per riuscire a dare un risultato perfetto. Se non si utilizza il corretto laser, la presenza di zinco ed ossido di titanio in queste due tipologie di tatuaggio, potrebbe portare a situazioni poco piacevoli.

Come avviene la rimozione di un tatuaggio?

Le sedute di rimozione dei tatuaggi possono durare da un minimo di 10 minuti ad un massimo di 30 minuti. Il tipo di raggio utilizzato e la colorazione del tatuaggio ne determinano la durata.

Prima di procedere alla rottura degli atomi di inchiostro, lo specialista cosparge sulla pelle da trattare una pomata anestetica. La pomata ha il compito di rende la pelle meno sensibile e quindi a ridurre il senso di bruciatura che può dare il laser. Al termine del trattamento al laser, la pelle sottoposta all’azione del laser viene cosparsa con un unguento e coperta con un laser. È bene non fare il bagno in acqua salata o stare direttamente alla luce del sole per qualche giorno. In ogni caso, è sempre chiedere maggiori dettagli al proprio specialista.

La durata di un trattamento per la rimozione di un tatuaggio può essere compresa dalle 3 alle 8 sedute. Le sedute non possono essere eseguite tutte di seguito, e sarà lo specialista a determinare la distanza tra una seduta e l’altra.

Una delle reazioni più comuni, durante i trattamenti di rimozione dei tatuaggi, è quella di veder comparire un rossore o sentire una sensazione di bruciore. Nei casi più fastidiosi, si potrà ricorrere a una pomata o unguento in base alla valutazione del professionista che si è scelto per rimuovere definitivamente il proprio tatuaggio.

Quanto costa rimuovere un tatuaggio?

Grazie alle informazioni presenti in questa guida, è possibile fare un calcolo approssimativo di quello che può costare rimuovere un tatuaggio.

I punti più importanti da prendere in considerazione, per calcolare quanto costa rimuovere un tatuaggio dalla propria pelle, sono sicuramente i colori con cui è stato realizzato e la sua grandezza. Inoltre, è bene considerare che un tatuaggio vecchio è sicuramente più semplice da rimuovere di uno fatto da poco tempo. Fattore che può portare a ridurre la spesa finale per la rimozione di un tatuaggio.

Il prezzo medio di una seduta per la rimozione dei tatuaggi ha un costo che si aggira tra i 150 euro e i 250 euro. Ogni centro per la rimozione dei tatuaggi adotta un prezziario diverso, non solo in base alle attrezzature di cui è dotato ma anche dalle spese previste dalla clinica.

Quindi, la rimozione di un tatuaggio di piccole dimensioni può costare circa 450 Euro. Mentre, per la rimozione di un tatuaggio di grandi dimensioni può essere necessaria una spesa superiore ai 1000 Euro.


Claudio Marchetti, autore
Claudio Marchetti

Imprenditore nel settore dell'editoria digitale, è co-fondatore del progetto denaro.it. Appassionato di comunicazione e ottimizzazione per i motori di ricerca. Lo sviluppo di denaro.it è stato dettato da una sfida personale nell'andare a creare un nuovo progetto editoriale nel panorama italiano.