Verifica partita IVA italiana comunitaria e intracomunitaria

Con la verifica di una partita IVA italiana, è possibile controllare se un soggetto è autorizzato ad effettuare operazioni comunitarie e intracomunitarie.
Verifica partita IVA
Con la verifica di una partita IVA italiana, è possibile controllare se un soggetto è autorizzato ad effettuare operazioni comunitarie e intracomunitarie.


La verifica di una partita IVA è quel processo utile a identificare l'autorizzazione di un soggetto, impresa o professionista, attraverso il numero di Partita IVA fornito per determinare se può effettuare operazioni comunitarie e intracomunitarie.

Recentemente l’Agenzia delle Entrate italiana ha aggiornato la possibilità di controllare una Partite IVA con una verifica molto semplice ottenuta grazie all'adeguamento della recente normativa comunitaria. Grazie a questo protocollo è possibile controllare partite IVA italiane, comunitarie e intracomunitarie.

Per gli altri stati esteri, come per esempio il Regno Unito, che non fa più parte dell’Unione Europea dopo la Brexit, la Svizzera o la Repubblica di San Marino esistono altre modalità per venire a capo della verifica dell’esistenza di una Partita IVA.

Il modello messo a punto dall’Agenzia delle Entrate si chiama Sistema VIES (sigla per VAT Information Exchange System) e serve a verificare i dati di professionisti e imprese di tutti gli stati membri dell’Unione Europea, comprese l’Irlanda e l’Irlanda del Nord, che prima era inserita nello stesso codice del Regno Unito.



In questa piccola guida spiegheremo quali sistemi sono a nostra disposizione per verificare le Partite IVA e con quali dati in nostro possesso sia possibile controllare l’effettiva validità di una Partita IVA.

Controllo partita IVA: perché farlo?

Perché bisogna fare un controllo della partita IVA del professionista o dell'azienda a cui abbiamo chiesto un servizio o un bene? Perché solo dopo aver fatto una verifica della partita IVA, e aver controllato che quelli forniti siano dati veri e corretti, abbiamo una maggiore certezza di essere difesi da possibili truffe. Inoltre questo ci aiuta a non commettere errori di attribuzione e ci consente di compilare correttamente una fattura.

Cos'è il VIES e come funziona

Il Sistema VIES (acronimo per VAT Information Exchange System) dell’Agenzia delle Entrate è una banca dati che possiede tutte le informazioni e tutti i dati delle aziende e dei professionisti che producono beni e servizi.

La banca dati VIES dell’Agenzia delle Entrate è aggiornata in tempo reale e consente l’individuazione e il controllo di validità di una Partita IVA. Permette inoltre la registrazione della nostra Partita IVA per effettuare qualsiasi operazione economica all’interno della Comunità Europea.

Come fare un controllo di una partita IVA italiana e comunitaria

Per controllare una Partita IVA italiana e comunitaria (correttezza dei dati, attività eccetera) è possibile accedere al portale del registro VIES dell’Agenzia delle Entrate e inserire il numero di partita IVA che si intende verificare.

Con questo controllo il sistema VIES è in grado di fornire:

  • paese di provenienza della Partita IVA se appartiene ai Paesi UE;
  • stato di attività, sospensione (in caso di affitto d'azienda) o cessazione dell’azienda;
  • denominazione, ragione sociale o cognome e nome del titolare;
  • data di avvio delle attività ed eventuali sospensioni o cessazioni;
  • eventuale indicazione sull’appartenenza della Partita IVA a un Gruppo o a una persona del Gruppo IVA;
  • idoneità della Partita IVA ad attività commerciali intracomunitari.

Quali nazioni aderiscono alla verifica partita IVA VIES?

Con il Sistema VIES dell’Agenzia delle Entrate è possibile verificare le Partite IVA dei Paesi membri dell’Unione Europea:

  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Cipro
  • Croazia
  • Danimarca
  • Estonia
  • Georgia
  • Germania
  • Finlandia
  • Francia
  • Irlanda
  • Irlanda del Nord
  • Italia
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Repubblica Ceca
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Spagna
  • Svezia
  • Ungheria

Dopo la Brexit si è avuta l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea, mentre grazie al accordo per l’Irlanda del Nord quest'ultima segue le regole del mercato unico dell'UE.

Verifiche non possibili con il sistema VIES

Come già scritto, il Sistema VIES dell’Agenzia delle Entrate per la verifica delle Partite IVA, è valido esclusivamente per le Partite IVA comunitarie e può essere consultato solo inserendo il numero della stessa.

Per questo, con il Sistema VIES non è possibile verificare:

  • Partite IVA del Regno Unito (per questo è possibile consultare altri strumenti)
  • Partite IVA di altri stati esteri non appartenenti all’Unione Europea (per questo è possibile usare altre banche dati)
  • Partite IVA partendo da nomi, cognomi, denominazioni, ragione sociale (per questo problema si può fare una ricerca sul web).
  • Partite IVA a partire dal codice fiscale (per questo è possibile verificare la validità di un codice fiscale nella sezione apposita dell’Agenzia delle Entrate oppure consultare la sezione Fatture&Corrispettivi del sito)

Verificare la Partita IVA di uno stato estero non comunitario

Paesi come il Regno Unito, la Svizzera e lo Stato di San Marino non sono presenti sul Sistema VIES di verifica delle Partite IVA. Per questi Paesi esistono altri strumenti. Per tutti gli Stati esteri, il consiglio principale è quello di controllare il relativo sito dei dati fiscali o delle camere di commercio.

Tutti gli Stati europei ed extracomunitari possono essere controllati a partire dalla denominazione o dalla Partita IVA di un sito di verifica da una buona banca dati, VAT Control.

La Svizzera possiede un sistema molto ordinato per il controllo dei dati fiscali di imprese e persone: UID.

San Marino ha un servizio di verifica delle Partite IVA legato alla sua Camera di Commercio un po’ più complesso, ma molto utile soprattutto perché è in lingua italiana.