Luigi Gubitosi, Amministratore e Direttore di TIM

Luigi Gubitosi, l'Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, ed ex manager in Rai, è nato nel 1961 a Napoli. Ha ricoperto ruoli in Alitalia e Wind.
Luigi Gubitosi
Luigi Gubitosi, l'Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, ed ex manager in Rai, è nato nel 1961 a Napoli. Ha ricoperto ruoli in Alitalia e Wind.




Luigi Gubitosi, l'attuale Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, ex manager in Rai, e attuale membro della board di Gsma, è uno dei più importanti manager italiani.

In passato ha ricoperto ruoli manageriali di alto livello in importanti aziende italiane, tra cui possiamo includere Fiat, Wind Telecomunicazioni, Alitalia e Rai.
Dal Novembre 2020 è membro della board di Gsma, la principale associazione mondiale che riunisce oltre 750 operatori delle telecomunicazioni.

Studi

Nato a Napoli, il 22 Maggio 1961, ha subito mostrato di avere idee chiare su quello che sarebbe stato il suo futuro. Infatti, dopo essersi laureato in Giurisprudenza, presso l’Università Degli Studi Di Napoli Federico II, ha scelto di continuare gli studi all’estero presso la “London School of Economics and Political Science” in Inghilterra e il “Institut européen d'administration des affaires” in Francia.
L’esperienza all’estero, e gli ottimi risultati ottenuti negli studi, gli hanno permesso di ottenere subito degli importanti riconoscimenti in ambito lavorativo.

Luigi Gubitosi durante una conferenza.
Luigi Gubitosi durante una conferenza.

L'esperienza nel Gruppo Fiat

A partire dal 1986, fino ad arrivare al 2005, il nome di Luigi Gubitosi è stato legato al Gruppo Fiat. Quasi 20 anni di permanenza, in quella che è stata la più grande impresa industriale italiana, gli hanno permesso di accrescere il proprio bagaglio di esperienze in ambito lavorativo in diversi ruoli di spicco.
Partendo dal ruolo di direttore finanziario riesce a scalare la gerarchia del Gruppo Fiat, ricoprendo man mano posizioni sempre più prestigiose, fino ad arrivare ad essere membro del consiglio di amministrazione di Fiat Auto, Ferrari, CNH, Iveco, Itedi - Italiana Edizioni, Comau e Magneti Marelli.

Esperienze dopo l’uscita dal Gruppo Fiat

Grazie alla reputazione acquisita negli anni trascorsi con il Gruppo Fiat, dopo l’uscita dallo stesso, ha avuto modo di ricoprire importanti cariche in altre prestigiose realtà nazionali.
Tra queste possiamo ricordare i ruoli di direttore finanziario e amministratore delegato ricoperti presso Wind Telecomunicazioni tra il 2005 e il 2011, e l’incarico come Commissario Straordinario di Alitalia nel maggio 2017 prima, e come presidente esecutivo di Alitalia in seguito.
Come Direttore Generale della Rai Luigi Gubitosi ha ricoperto questa carica per il periodo dal 2012 al 2015.

Mentre abbiamo la connettività e il 5G, dobbiamo insegnare agli italiani a saper utilizzare queste tecnologie. Gli italiani sono verso gli ultimi posti sulle capacità di utilizzare Internet.

Luigi Gubitosi

Gubitosi e TIM

Nel maggio 2018 diventa un membro del CdA di TIM, mostrando fin da subito di avere una forte affinità con gli obiettivi della società, tanto da essere nominato nuovo amministratore delegato e direttore generale il 18 Novembre 2018, in sostituzione di Amos Genish, sfiduciato dal consiglio di amministrazione la settimana precedente.

I temi fondamentali dell'operato di Gubitosi in TIM sono l’abbattimento del Digital Divide infrastrutturale e del gap culturale degli italiani per internet.
Una delle prime iniziative promosse dall'amministratore delegato di TIM è stato il progetto “Operazione Risorgimento Digitale”. Il piano nazionale per le competenze digitali sarà una scuola di Internet aperta a tutti i cittadini come ha voluto precisare lo stesso Gubitosi in molteplici interviste.

Il suo operato l'ha portato ad essere eletto nella board della Gsma, l'organizzazione che rappresenta gli interessi degli operatori di rete mobile in tutto il mondo, per il mandato che va da gennaio 2021 a dicembre 2022.

Luigi Gubitosi incontra Napolitano durante l'incontro per la nomina a Direttore generale della RAI
Luigi Gubitosi incontra Napolitano durante l'incontro per la nomina a Direttore generale della RAI

Dal 20 maggio 2020, sotto la presidenza di Carlo Bonomi, ricopre il ruolo di vicepresidente di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici ed è membro del Comitato Fisco e Corporate Governance di Confindustria.

Tra i molteplici ruoli, ricoperti nel corso della sua lunga carriera, si possono ricordare la sua partecipazione nell’organizzazione delle Olimpiadi di Scacchi di Torino 2006, come membro del comitato organizzatore, e la sua collaborazione con l’Università LUISS Guido Carli, di proprietà di Confindustria, dove ricopre il ruolo di docente di Finanza Aziendale.

Il 19 febbraio 2021 Luigi Gubitosi è stato premiato con il prestigioso "Premio Socrate 2020", un riconoscimento che elogia la libertà di pensiero e l’operato personale, per il suo operato come amministratore delegato e direttore generale di Tim.
Nel 2015 aveva ricevuto il premio “Socrate 2000 per la meritocrazia” per la sua gestione come direttore generale in Rai.

Quanto guadagna Luigi Gubitosi?

Gubitois può contare su uno stipendio di 1,4 milioni;
400 mila Euro come amministratore delegato, e 1 milione di Euro come direttore generale.

Chi è la moglie di Luigi Gubitosi?

Maria Ludovica Tosti di Valminuta è la moglie di Luigi Gubitosi dal loro matrimonio nel 1994.